Gae Aulenti (Palazzolo dello Stella, 4 dicembre 1927 – Milano, 31 ottobre 2012) è stata un architetto e designer italiana fra i più noti e apprezzati in ambito nazionale e internazionale.

Conosciuta in tutto il mondo, ha spaziato dall’architettura alle scenografie teatrali, dall’allestimento di mostre al design. Sua la celebre lampada da tavolo Pipistrello del 1965 disegnata per lo showroom di Olivetti a Parigi (1967).

Come tutti i progetti di disegno industriale di Gae Aulenti anche le sue lampade possiedono due tratti che le contraddistinguono dal prodotto di design classico: il movimento e l’ironia. Sono oggetti funzionali in cui questi caratteri sono ben presenti ed evidenti: Pipistrello si alza e si abbassa, Ruspa ruota le calotte, i tavolini in vetro hanno ruote industriali o di bicicletta, una lampada diventa vaso portafiori; e preferiva decisamente le curve agli spigoli. Un approccio al progetto diametralmente opposto a quello usato in architettura dove rigore, geometria e materia sono gli elementi fondamentali.

“Non ho mai guardato una lampada sotto l’aspetto tecnico o come macchina per produrre luce, bensì come una forma in armonica relazione con il contesto per il quale è creata” 

Gae Aulenti si può certamente annoverare tra i designer che hanno utilizzano materiale di recupero (quindi riciclo creativo e upcycle) per esprimere la propria creatività, l’esempio più celebre è il tavolino con le ruote:

aulenti_designer_design_italiano_lampade_lampadari_ecodesign_riciclo_creativo_upcycled_upcycling_torino_balon_lamps_8
Tavolo con ruote, Gae Aulenti, 1980

 

Fonti:

Annunci