Gli scarti industriali ma anche quelli personali, possono essere utilizzati come arredo domestico, ma non solo rifiuti: ogni oggetto dopo il suo primo ciclo di vita può affrontarle un secondo, un terzo e così via. E’ questo il principio su cui si fonda l’arredo da recupero dove mobilia e altri pezzi d’arredo vengono fatti, disfatti e poi assemblati per assumere altre forme e funzioni.

Forse l’ingresso del principio di riuso nel mondo dei complementi d’arredo è il frutto di un cambiamento della sensibilità comune. Ieri si puntava sull’arredamento appositamente creato con l’utilizzo di materie vergini o sulla realizzazione seriale di mobili e complementi d’arredo che rendevano omogenee le scelte estetiche delle persone; oggi invece si può scegliere di offrire una “seconda vita” a materiali già lavorati e di avvalersi dell’abilità di un buon designer che da quello che ieri sarebbe stato un rifiuto può ricavare la soluzione che stai cercando, con il valore aggiunto di mettere in casa un pezzo unico.

Ciò che prende vita con l’arredo da recupero sono prodotti originali, spesso unici. L’arredo da recupero si adatta a uno stile domestico moderno ma soprattutto a uno stile di vita sostenibile.

Tra i pionieri del ready-made, i progettisti italiani hanno fatto la parte del leone. Ad esempio i fratelli Castiglioni negli anni Cinquanta progettarono un famoso modello di sgabello, Mezzadro, costruito utilizzando il sedile di un vecchio trattore. Quando si parla di arredo da recupero, uno dei maestri è il designer Kellam Clark che attraverso il riciclo di materiali è riuscito a costruire di tutto arrivando ad arredare l’intera abitazione in cui vive.

Anche senza rivolgersi al design più sofisticato, si possono realizzare oggetti utili e belli a partire da ciò che hai in casa e che non ti serve più. Se hai voglia di creare in prima persona, puoi pensare di ricavare nuovi oggetti trasformando ciò che altrimenti butteresti. Un ombrello rotto, un sacco di vecchi vestiti, resti di legno o metallo: tutto può diventare uno spunto per sperimentare nuove forme per la casa. Se invece fatichi a trovare un’idea o non ti fidi delle tue capacità manuali, chiedi a noi, la Balon Lamps potrà aiutarti a rendere originale il tuo arredamento senza sprecare nulla.

Balon Lamps
Achille e Pier Giacomo Castiglioni, 1957 production by Zanotta, 1970 , Balon Lamps
Balon Lamps
Achille e Pier Giacomo Castiglioni , Balon Lamps

Fonti:

Annunci